Posted in Chi è chi

Chi è chi (BIS)

Kill Fish

La curiosità, massime quando è spinta troppo, spesso e volentieri ci porta addosso qualche malanno.

Carlo CollodiI racconti delle fate, 187

OK aggiorno ma non cancello quanto precedentemente scritto, un po’ mi ci sono affezionato.

Mi era stato fatto notare dai Cartobaleni (gratitudine eterna a Voi) che il difetto di memoria era poco “leggibile” (e che la barca sullo sfondo, al contrario, era pure troppo visibile) quindi sono corso ai ripari. Rivedendolo ho notato che a far partire l’azione fosse più che altro un’insaziabile curiosità e, come spiega bene il buon Collodi, la curiosità può essere pericolosa. Quindi senza che riscrivo tutto, rileggete quanto avevo già scritto e sostituite a memoria curiosità, ce la potete fare :)

La felicità è una salute buona e una memoria cattiva (Ingrid Bergmann)

Leggendo una pagina di WIKIPEDIA fonte seria e attendibile (si certo… ma intanto la consulti) mi sono imbattuto in questo interessante articolo di cui riporto uno stralcio

“…si dice spesso che il pesce rosso abbia una memoria limitata(qui leggete una curiosità insaziabile) a pochi secondi[senza fonte] (e tal supposizione dovrebbe, ragionevolmente, estendersi alla stragrande maggioranza dei pesci, nonché ad altri vertebrati a sangue freddo, viste le similarità anatomiche e funzionali dei loro sistemi nervosi). In realtà, questi pesci associano stimoli e mantengono per diverso tempo delle risposte apprese. Ad esempio, possono essere addestrati a svolgere compiti semplici, come a mangiare solo in un’area del loro acquario…”

Ok è WIKIPEDIA e quindi posso liberamente non tenere conto di questa ultima parte, (altrimenti facevo una web series sugli elefanti no?) la mia attenzione è stata attratta dalla prima parte cioè la scarsa memoria (l’infinita curiosità) dei pesci rossi.

E ora rullino le trombe e squillino i tamburi ecco il…

PLOT : Un pesce (diciamo) rosso (visita oftalmica già prenotata)  nuota annoiato nelle acque calme della sua boccia di vetro (oppure nel mare aperto fate voi)improvvisamente nota che c’è una corda che scende dall’alto. Fra il sospettoso e l’incuriosito la tira, non ricordando i danni che questa medesima azione gli ha provocato le volte precedenti (qui tagliamo tutto in montaggio su). Perché appunto tirandola qualcosa di “mortale” gli si scatena contro causandone la tragicomica dipartita. Ma non finisce qui, la scarsa memoria (l’incontenibile curiosità) del pesce lo porta a dimenticare (e taglia!) di essere morto nel precedente episodio e ritorna quindi puntualmente a tirare quella corda per incontrare una fine sempre diversa. (standing ovation, sipario)

 

Comunque la scelta del colore del pesce non nasce dal mio presunto daltonismo ma da un fantastico contest che potete trovare qui. Ed il pesce che ha superato il contest è proprio lui il numero 9! Che come potete vedere dal clip ammiccava già alla videocamera, il solito raccomandato insomma. Cosa che i pesci 3 e 7 già avevano capito all’epoca. Mentre sono risultati del tutto inutili i tentativi di conquistarsi il pubblico a suon di smaglianti sorrisi da parte del numero 10.

Il titolo è ovviamente, e palesemente, una citazione delKill Bill di tarantiana memoria..giusto per i due che non lo hanno capito (si parlo con voi due). (ora invece è la citazione di un detto popolare o di una band anni ottanta..fate vobis)

 

One thought on “Chi è chi (BIS)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s